Casa de la Alegría

Ogni anno durante la raccolta in Costarica, oltre 15.000 panamensi delle tribù indigene Ngäbe – Buglé attraversano il confine per lavorare come raccoglitori di caffè. Per ragioni culturali e per motivi di sicurezza, i bambini accompagnano i propri genitori durante le attività lavorative nelle piantagioni di caffè.

Il progetto Casa de la Alegría offre una soluzione legale e pratica a questo problema, organizzando centri di assistenza per i bambini, sia dal punto di vista della salute che da quello dell’educazione, offrendo un sostegno economico alle famiglie e soprattutto un luogo sicuro dove i bambini possano essere accuditi, mentre i genitori sono al lavoro.

Poiché l’educazione è un importante punto di forza del progetto, nonché un pilastro fondamentale della Fondazione Ernesto Illy e dell’approccio alla sostenibilità di illycaffè, il contributo finanziario della Fondazione è stato dedicato alla formazione e assunzione di insegnanti che si occuperanno del programma educativo delle case (1 insegnante per 4 case) durante la stagione della raccolta, all’acquisto di materiale didattico e vitto per le case.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca